lunedì 4 giugno 2012

La leggenda della magnitudo e dell'intensità

Un giorno si dovrebbe scrivere un libro sulle leggende urbane post-terremoto.
Ringrazio Fausto Casini, presidente dell'ANPAS, per avermi segnalato e chiesto di smentire le due più diffuse che circolano tra gli ospiti dei campi di assistenza da loro gestiti.

Leggenda 1) L'INGV fornisce magnitudo inferiori a 6 perchè così lo stato e le assicurazioni non pagano i danni

Questa leggenda nasce da un errore fatto da un giornalista dopo il terremoto dell'Aquila, quando scrisse che lo Stato non avrebbe ammesso ai benefici post-terremoto quei comuni dove la magnitudo era stata inferiore a 6. Si era confuso con l'intensità Mercalli. In effetti l'intensità 6 delimitava le zone di intervento e ammissione ai benefici per un semplice motivo: in questa scala che misura gli effetti del terremoto viene definito sesto grado quello al quale iniziano i danni seppure lievi.
La magnitudo è un numero con il quale viene etichettato il terremoto per dire quanta energia ha rilasciato la faglia che si è mossa, non varia da comune a comune.
Le assicurazioni non hanno un limite di magnitudo, al massimo un limite inferiore di danni in franchigia. Se subiamo un incidente in auto ci pagano le riparazioni, non conta se ci hanno tamponato a 59 o 61 km/h. Ad esempio a Lorca (Spagna), le assicurazioni stanno ripagando i danni di un terremoto M=5.1.
Per chi vuole saperne di più ecco due siti che descrivono pro e contro delle assicurazioni sul terremoto:
http://www.cbsnews.com/8301-505144_162-57319955/earthquake-insurance-8-things-you-need-to-know/
http://bucks.blogs.nytimes.com/2011/09/07/is-earthquake-insurance-worth-the-cost/


Leggenda 2) I siti stranieri danno sempre magnitudo più grandi, l'INGV ci nasconde qualcosa

Esistono vari tipi di mangnitudo: quella locale o Richter (Ml) che si misura entro 500 km dall'epicentro dalla massima ampiezza delle onde S (la componente volgarmente detta "ondulatoria"),
la Mb che si misura a distanze maggiori sull'ampiezza delle onde P (la componente detta "sussultoria"), la Ms che si misura sulle onde che arrivano per ultime (onde di superficie), la Magnitudo Momento, la Magnitudo Durata, la Magnitudo Energia....
E' come dire che voglio conoscere una lunghezza ma confronto una misura in metri con una misura in piedi o yarde o (come diceva Francesco Guccini) in bracci, pertiche e pezzoloni.
Anche nella stessa scala non è semplice stimare la mamgnitudo che viene calcolata come media di diverse stazioni. Se uso stazioni sismiche diverse la media può essere diversa.
Se non credete che le scosse del 29 e di ieri sera siano state più piccole della prima guardatele qui sotto nella stessa scala, registrate dalla stessa stazione sismologica. Anche un non sismologo vede la differenza.

Detto questo sulle difficoltà di comparare diverse magnitudo da diversi enti la teoria "complottistica" viene smontata proprio dal terremoto di ieri sera. L'INGV è stato l'unico a dare una magnitudo superiore a 5 mentre USGS, CSEM, e GFZ sono tutti sotto a 5, come si vede dalle immagini qui sotto.








39 commenti:

  1. Gentile Professore, La ringrazio per il lavoro she sta facendo (e ovviamente non mi riferisco solo al blog). Abito a Ferrara. Come sa la città ha avuto danni dopo la prima scossa ma è stata sostanzialmente risparmiata rispetto all'alto ferrarese e modenese. So che non posso chiedere previsioni per Ferrara (avrei scritto altrove...) forse però posso chiederle se mi aiuta a mettere "in ordine" le cose che si sanno. ad esempio: la faglia che si è mossa quanto è estesa e quanto si avvicina alla città (cioè: siamo seduti su nella parte orientale?). Rispetto al terremoto del 1570 sappiamo grosso modo gli effetti che ebbe sul centro abitato ma c'è una ragionevole certezza sull'epicentro? Grazie in ogni caso per la cortesia
    Sauro Bolognesi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema di riportare il dato storico alla realtà attuale è dato dalla diversa estensione e composizione dei nuclei urbani. E' quindi difficile dire quanto esattamente un evento storico potrà ripetersi. Consideri inoltre che il terremoto di questi giorni non ha un chiaro "gemello" storico, ma i dati geologici sono riusciti a prevederne bene posizione e magnitudo

      Elimina
  2. La leggenda nasce dalle dichiarazioni rilasciate dall'ing. Maurizio Floris al quotidiano il Centro dove confonde la scala Richter con la Mercalli citata nell'Ordinanza che doveva circoscrivere il cosiddetto cratere (i comuni che avevano subito il VI grado della Mercalli).
    Quindi nasce da una persona che culturalmente doveva ben sapere la differenza tra le due scale prima di esternare certe sciocchezze.
    http://ricerca.gelocal.it/ilcentro/archivio/ilcentro/2009/05/05/CX6PO_CX601.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molte grazie per aver citato l'articolo alla base della leggenda metropolitana, non mi ricordavo su quale giornale fosse stato pubblicato.

      Elimina
    2. Professore infatti il problema è che, in questo caso, la leggenda nasce dalle esternazioni di un tecnico a difesa di una categoria locale di professionisti...la stessa categoria dell'Università in parte crollata per il sisma...e poi parlano male dei geologi :). Comunque il Centro ha condotto, insieme all'Espresso, una vera e propria campagna di attacco e disinformazione contro i ricercatori della Commissione Grandi Rischi e contro l'INGV (vedasi gli articoli di Stefania Maurizi)....saluti e complimenti sia per il blog che per il lavoro che svolge...un giorno ci incontreremo...Alessandro.

      Elimina
  3. Grazie per l'intervento, mi sono permesso di citare questo post sul sito http://www.emilianonmolla.it come fonte autorevole di informazione.

    RispondiElimina
  4. Veramente grazie per le sue precisazioni.
    Le ho aggiunte al mio post che parla anche di tutte le altre bufale che circolano ora sul terremoto.
    http://www.marcotaddia.net/?p=1165

    RispondiElimina
  5. Aggiungo quanto comunicato dall'INGV in occasione del terremoto dell'Abruzzo sull'utilizzo della Ml (magnitudo locale) invece della Mw.
    Si tratta di un mero problema computazionale. La Ml, sebbene più imprecisa, viene calcolata molto più velocemente della Mw. Poiché l'INGV comunica alla Protezione Civile i dati entro pochissimi minuti viene utilizzata la Ml per la rapidità di calcolo in modo da poter comunicare velocemente una stima dell'intensità.

    RispondiElimina
  6. Proprio oggi sentivo per radio il discorso relativo alle assicurazioni e al 6 grado di magnitudo; per la verità in 15 giorni non ne avevo mai sentito parlare nè letto in giro, e la curiosità mi ha portato sul suo blog
    Grazie per le sue chiarissime e scientifiche spiegazioni
    Gabriele da Bologna
    P.S. Ha qualche origine bolognese? La citazione della "fira ed san lazer" mi ha riempito di gioia !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nato a Porretta Terme, laureato a Bologna.

      Elimina
    2. Dimenticavo: quando ho dato il titolo al blog non pensavo alle tante stupidaggini pseudo-sismologiche di questi giorni, ma era una citazione dell'album di Guccini "D'amore, di morte e di altre sciocchezze"

      Elimina
  7. salve vorrei sapere una cosa anche se non so se questo è il posto giusto, anzi credo di no... ma il discorso dei controlli che stavano facendo a Rivara ma soprattutto se è vero che ora si sono spostati a Ferrara... scusate se non è opportuno... ma non so più a chi chiedere. grazie

    RispondiElimina
  8. Il tema è già trattato in questo post:

    http://tersiscio.blogspot.it/2012/05/il-terremoto-in-emilia-il-fracking-lo.html

    ed in questa intervista a Radio 3 Scienza:

    http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/puntata/ContentItem-0b79bdf0-15f5-46f9-adbc-0da1d027f89a.html

    RispondiElimina
  9. Non mi ha convinto: perchè allora la classificazione del terremoto delle 9 del 29 maggio è uguale sul sito INGV e quello IRIS mentre quella del 20 maggio differisce? se fosse un problema di scala dovrebbero essere entrambe diverse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedo scusa, ma allora perchè sul sito di INGV ed anche su Resitalica.it (che riporta i dati di INGV) alla data del 20 maggio continuano a riportare due scosse, una di magnitudo 5.9 ed una di magnitudo 6.1 e viene poi citata solo quella di magnitudo 5.9?
      Alberto.

      Elimina
    2. Scorrendo l'elenco dell'INGV a che ora troveresti un 6.1? E anche se fosse, qual'è il problema?

      Elimina
  10. Per quanto riguarda la leggenda 2 ricordo che la scossa del 3 giugno per i siti stranieri era del 4.8 mentre per l'ingv 5.1.

    RispondiElimina
  11. Grazie mille delle precise informazioni, sto linkando questa pagina ai soliti faciloni che presi dall'indignazione propagano notizie senza prima verificarle.

    Per fortuna ci sono anche persone diverse.

    RispondiElimina
  12. Tanti numeri tante domande con il risultato di zero risposte. Cercare su youtube la conferenza tenutasi a Mirandola nel 2008 con Boschi e Giovanardi circa lo stoccaggio del gas a Rivara.
    Ci son testimonianze che il 19 maggio a Fruttarola vicino San Felice venivano eseguite operazioni sconosciute nel sottosuolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fruttarola al massimo è vicino a Finale Emilia... ma anche per questi terremoti http://www.portaleabruzzo.com/nav/limitrofi_T4.asp?tipo=F&id=31245&incremento=30&localita=Fruttarola c'era qualcuno a fare operazioni nel sottosuolo? Con cosa, con un bastone?

      Elimina
  13. grazie per i chiarimenti Professore

    RispondiElimina
  14. Son combattuto tra una sorta di invidia di chi ha le certezze che non c'è assolutamente relazione tra il sisma avvenuto in emilia e operazioni di stoccaggio del gas (Ferrara centro nevralgico del sistema gas ENI) oppure come dire credere agli interessantissimi studi tanto pieni di parole accademiche quali faglia analisi sismogenetica accellerazione del sottosuolo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovresti far prevalere l'invidia... non tanto nei confronti di chi ha "certezze', ma nei confronti di chi parla di cose che sa, e dopo aver studiato, invece che seguire a vanvera le chiacchiere e le cazzate di persone ignoranti che guardano il mondo con i paraocchi e cercano di catalogare tutto quello che succede (e non capiscono) nei loro schemi mentali prefabbricati da film hollywoodiano di serie C (i "cattivi", i "poteri occulti", i "padroni dell'universo"...)

      Elimina
  15. Ma lo stato è talmente forte da fermare il terremoto! da fermare L'Africa o l'appennino? da quando è stato dato pare un NO al deposito gas di Rivara le scosse qui son decisamente diminuite se non sparite del tutto. Dalla botta del 20 si dice che la ERS ha fatto su baracca e burattini di corsa. Che dire un Miracolo sismogenetico! Un Miracolo all' Italiana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che il NO la Regione Emilia Romagna lo avesse detto la settimana PRIMA dei terremoti....

      Elimina
  16. salve
    desidero porle due domanda
    io vivo a bologna e dal 20 maggio il giorno del primo terremoto che vivo con la paura e di notte nn dormo quasi mai , per questo vi volevo chiedere se ci sono ancora dei pericoli per altri terremoti superiori di quello della domenica ? e un altra domanda : bologna si come nn molto lontana dalle due epicentri è in pericolo o no ? sono in attesa di una vostra risposta
    colgo l'occasione per mandarvi distinti saluti

    RispondiElimina
  17. Anonimo dell'8 giugno h19.05
    Ah si? Le scosse lí son decisamente diminuite se non sparite del tutto? Wow! É Certamente per la ragione che dici tu e non perché magari l'energia si é nel frattempo dissipata stabilizzandosi fino al momento in cui prima o poi ci sará una nuova scossa. Stai tranquillo: ora che la multinazionale cattiva se ne é andata tu vivi in una zona non sismica. XD
    grazie al professore per il bel post rsplicativo.

    RispondiElimina
  18. Salve. Io invece avrei una domanda più generica: come mai viene scelta la scala Richter anziché la Mercalli?
    immagino che a parità di magnitudo, una scossa ad esempio a 3 km di profondità sortisca effetti bene più consistenti che se fosse a 100...

    Senza considerare che questa "sovrainformazione" relativa ad ogni minima scossa che internet ci offre, ci fa tremare anche quando la percezione fisica è di stabilità. A cosa serve ai non geologi questo tipo di approccio? Grazie, Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè la magnitudo Richter, o magnitudo locale è la più facile ed immediata da deteminare. Come spiegato in diverse altre parti del mio blog la magnitudo è una parente prossima dei danno attesi solo all'epicentro ed in condizioni favorevoli. In effetti ad accanirsi sui siti delle reti per ogni scossa di magnitudo 2 si diventa come quegli anziani ipocondriaci a cui hanno regalato uno sfigmomanometro e ammorbano i paranti misurandosi la pressione ogno 15 minuti e pretendendo l'allertamento del medico di guardia appena la massima arriva 141... :-)

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. ok, allora in un primo momento la fase Richter va benissimo, ma poi...una Mercalli anche un po' approssimativa, magari permetterebbe di rendersi conto decisamente meglio :-)
      comunque grazie per la risposta.

      quanto all'esempio dell'ipocondria....10 e lode, si diceva un tempo!

      Elimina
    4. "quanto all'esempio dell'ipocondria....10 e lode, si diceva un tempo!" forse a leggerla suona male, ma è una grassa e complimentosa risata, grazie ancora! :-) Elena

      Elimina
    5. Perchè per assegnare l'intensità bisogna osservare i danni, intervistare la popolazione, tenere conto della vulnetabilità degli edifici... e questo in ogni località interessata.

      Elimina
  19. Sfido chiunque, con qualcosa che non sia una esplosione nucleare da almeno 1 Megatone nella zona dell'ipocentro, a sviluppare una energia come quella che si e' sprigionata nel sisma del 20 maggio (non c'è niente al mondo,creato dall'uomo, che possa sviluppare una energia tale se non una esplosione nucleare da 1 milione di TNT....questo ovviamente per quelli che si ostinano a parlare dello stoccaggio del gas o scavi come causa) Ripeto creare artificialmente onde sismiche che si sono propagate per centinaia di Km con tale intensita' non e' realizzabile da alcuno...e' una questione di leggi fisiche)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e meno male che qualcuno lo dice! grazie!!!!

      Elimina
  20. si certo, solo che sotto è pieno di gas e le scosse erano proprio alla profondità delle prospezioni!!

    RispondiElimina
  21. Siete stati respinti da numerose banche? Avete bisogno di finanziamenti per il consolidamento del vostro debito? Avete bisogno di finanziamento per aiutare la vostra impresa a rimettersi sulle barre? Allora vi consiglierei la migliore soluzione che ecco. Contattate questa signora che il mio aiutare ad ottenere un prestito di 25.000 euro rimborsare su 15 anni. Ogni persona nella necessità urgente può loro contattare direttamente con E-mail: gnocchi.carla66@gmail.com

    RispondiElimina
  22. Buongiorno costosa amici!
    Fortunatamente dio grazie ho visto prove fatte da molte persone sul Signore. Muscolino GIOVANNI, così lo ho contattato per ottenere un prestito di 45.000,00€, regolare i miei debiti e realizzare il mio progetto. È con il Signore. Muscolino GIOVANNI, che la vita il mio sorrida nuovamente è un uomo di cuore semplice e molto comprensivo, sono e-mail: muscolinogiovanni61@gmail.com

    RispondiElimina